25 giugno 2015

Menopausa - Test per saperlo - Disturbi Rimedi Sintomi Dieta

FAI IL TEST - CALCOLA IL TUO PUNTEGGIO
LEGGI IL RISULTATO IN FONDO ALL'ARTICOLO


Le mestruazioni non sono più mensili come una volta. Alcuni mesi saltano per poi tornare d'improvviso.

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Sento caldo all'improvviso e inizio a sudare senza motivo ( ho le vampate di calore ).

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Il desiderio sessuale è ridotto, ho un calo della libido o sono molto svogliata.

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Tendo a prendere peso facilmente, aumento di peso ogni mese nonostante mangi allo stesso modo.


Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Ho difficoltà ad addormentarmi e mi sveglio durante la notte

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Beve molto e mi controllo ma ogni tanto mi vengono le vertigini

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Il mio umore cambia improvvisamente, mi sento triste poi felice, poi triste, alcuni giorni poi..

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


La mia pelle è sottile e secca, sembra meno idratata, e rosea.

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Ho spesso lo stimo di urinare, molte volte al giorno, a volte perdo le urine con la tosse o gli sforzi

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti


Mi sento irrequieta, ci sono giorni in cui va tutto bene e improvvisamente mi deprimo come un'altalena.

Vero = 1 Punto     Falso = 0 Punti



Il corpo di una donna inevitabilmente ad un punto della vita CAMBIA !

Il periodo della vita in cui si passa allo stato di Menopausa è estremamente variabile, in media tra i 45 e i 55 anni, ed è dovuto al terminare dell'attività ormonale dell'ovaio, il suo lavoro oramai è finito, ed è giusto che vada in pensione.

Il passaggio per alcune donne è quasi impercettibile (1\3 ha solo sintomi lievi), a parte la cessazione del flusso mestruale, per altre è un po' più brusco, si ci trova ad affrontare pesanti effetti negativi, sia sotto il profilo fisico che emotivo.

Le mestruazioni diventano pazze, irregolari, spariscono per mesi, poi ritornano, a volte diventano dolorose, abbondanti al punto da limitare la normale vita di tutti i giorni o in alcuni casi causare anemia e debolezza, soprattutto se si hanno altri elementi predisponenti come i fibromi.

L'umore in queste evenienze subisce anch'esso gli effetti del brusco cambiamento ormonale, si possono avere vertigini, problemi circolatori agli arti inferiori.

Tra gli effetti negativi, il più fastidioso sono le vampate di calore e la sudorazione, svegliarsi la notte senza motivo, la perdita della concentrazione... non sei più la stessa !!
 

Questo è il punto in cui la maggior parte delle donne va dal ginecologo, ed è dura stabilizzare il quadro e recuperare i danni già subiti dal corpo per questo naturale ma traumatico passaggio; lo si può rendere più graduale, ridurre i disturbi e i danni all'organismo.

Si sentono a quel punto  le famose parole: “Sta entrando in menopausa”, una frase che spesso turba la mente e lo stato d'animo di molte donne... si sente dire, ma non si ce lo aspetta mai su se stesse, eppure si può restare giovani anche fuori se si viene seguiti bene, è dura, a volte impegnativo, a volte facile, ma si è a metà della vita quando succede, e passare altri 50 anni da giovane è IMPORTANTE OLTREMODO

Purtroppo i sintomi sono solo uno degli aspetti della menopausa, e possono essere trattati con terapie sintomatiche o con una terapia ormonale sostitutiva, dipende dalla vostra indole, dall'intensità dei sintomi e dalle necessità di ogni singola donna. In questa visione il ginecologo deve saper spiegare vantaggi e svantaggi, saper accompagnare la fisiologia e la naturalità del cambiamento, saper ridurre i rischi al minimo e accettare la preferenza personale della donna.



E' importante:

               - accettare il cambiamento;
               - adattare l'alimentazione al proprio cambiamento;
               - effettuare un'attività fisica moderata per contrastare l'osteoporosi;
               - fare 10 minuti al giorno qualcosa che ti rilassa, respirare, passeggiare in mezzo al
                       verde, acoltare due tre canzoni sedute nel silenzio, per contrastare gli sbalzi di umore;

                           Fermarsi ad osservare la vita per un attimo ti fa capire se la stai vivendo

In natura ci sono sostanze che troviamo nell'aria, nell'acqua, negli alimenti che, se prendiamo in maniera equilibrata, rispettano e sostengono l'equilibrio del nostro organismo.

                - altri vengono concentrati per ristabilire l'equilibrio perduto, se abbiamo una carenza ad
                      esempio, interagiscono con enzimi, cellule e sangue, non sono inerti, e sono a basse
                      concentrazioni, con alcuni di questi si notano gli effetti con altri no,
                                                               li chiamano INTEGRATORI, parafarmaci.


                - quando una sostanza di queste ha un effetto dimostrabile e modifica un effetto negativo
                     del corpo importante per la salute ed è economicamente sfruttabile, le aziende
                     farmaceutiche migliorano la formulazione e concentrano il principio attivo, amplificano
                     gli effetti e con esso gli effetti collaterali, vengono sperimentati per anni in laboratorio,
                     per anni su animali, per anni su pochi individui selezionati e poi arrivano sul mercato,
                     con uno studio che ne descrive le percentuali di efficacia, quali effetti collaterali si sono
                     manifestati e con quali dosaggio agiscono meglio.


Il classico trattamento contro la menopausa è quindi la terapia ormonale sostitutiva, fatta con queste sostanze farmacologiche o con integratori con azione più blanda (di cui l'efficacia non è dimostrata, gli effetti collaterali non sono studiati, ma che per il basso dosaggio sono molto bassi i rischi di effetti indesiderati così come imprevedibili quelli di effetti desiderati).

La somministrazione di ormoni sintetici durante la menopausa può avvenire sotto forma di compresse, cerotti o anche creme. L'utilizzo di qualsiasi farmaco indaga prima la presenza di malattie, predisposizioni personali, predisposizioni in famiglia, alcuni esami del sangue inoltre permettono di vedere cosa cambia con l'utilizzo, si cerca ad esempio di ripristinare il colesterolo che può alterarsi con la menopausa e alzarsi, e si tiene sotto controllo la coagulazione del sangue. Se i rischi sono accettabili si può iniziare la terapia, altrimenti si cominciano a vagliare terapie mediche compartimentali, locali o terapie alternative non farmacologiche.

Ricordiamo sempre che sport, alimentazione sana, evitare il fumo, assumere calcio e vitamine aiuta sempre e spesso è da solo sufficiente a prevenire tante complicanze, ma bisogna controllare nel tempo che sia sufficiente.

Le controindicazioni che non consentono una terapia ormonale sostitutiva sono un cancro al seno, un carcinoma dell’endometrio, una insufficienza cardiaca (da valutare l'entità), il lupus eritematoso, eventi di trombosi vascolare precedenti.


Rimedi alternativi


Per fortuna al giorno d’oggi la medicina ha a disposizione numerosi rimedi e trattamenti alternativi.

Le vampate di calore, presenti in circa un terzo delle donne in menopausa, in alcuni casi, si manifestano solo come occasionali arrossamenti del volto accompagnati da una fastidiosa sensazione di calore. La maggior parte invece suda per poi tremare dal freddo quando passa la vampata, aumenta così il rischio di essere affetti da un raffreddore. 

Risulta molto utile, vestirsi a cipolla con indumenti di cotone. Una doccia prima di coricarsi rinfresca oppure bagnare mani e gomiti, una coperta leggera a portata di mano; lo sport regolare migliora la condizione generale e riduce il fastidio. Utile limitare l'uso di caffè, alcol, spezie e fumo, abbassano i già poichi estrogeni in circolo. Mangiare molta frutta, bere molta acqua, l'insalata, succhi di frutta e the freddo.

Risultati del test, controlla il tuo punteggio !!

Gruppo A: 0-1 Punti

Non è ancora il momento !
Hai più di 45 anni ma pare che la menopausa sia ancora lontana, non hai sintomi o quasi.

I tuoi ormoni fanno ancora il loro dovere e la tua vita ha una qualità ottima, mi raccomando fai i controlli periodici dal tuo ginecologo di fiducia e ascolta i cambiamenti del tuo corpo per prendere le giuste contromisure; ricorda accompagnare questo passaggio riduce gli effetti collaterali.


Gruppo B: 2-3 Punti

Compare qualche sintomo, ho qualche dubbio che possa iniziar a muoversi qualcosa

Stai bene. ma qualcosa cambia, a volte il corpo sfugge al tuo controllo ma raramente. Migliora la tua alimentazione e comincia a prendere qualche contromisura e se hai dei dubbi vai dal ginecologo per affrontare assieme le tue problematiche.


Gruppo C: 4-6 Punti

Il passaggio è inizato ma ancora non è definitivo, i fastidi riescono ad alterare la tua qualità di vita anche se non al punto da farti impazzire. Questa fase si chiama climaterio e non possiamo dire quando durerà, ma molti studi ci dimostrano che i primi danni si cominciano a manifestare, come l'osteoporosi. Devi inizare seriamente le contromisure non farmacologiche di cui ti abbiamo parlato, sport, alimentazione, precauzioni per affrontare i primi sintomi.

In questa fase si possono utilizzare alcuni integratori oltre ai farmaci ormonali minori che accompagnano verso il passaggio definitivo; spesso si manifestano altri disturbi dovuti a patologie che prima non si manifestavano, perdite ematiche, dolori addominali, fibromiomi uterini fastidiosi.

Gruppo D: 7-10 Punti

Sembra che la menopausa sia proprio arrivata!!


I sintomi sono presenti, i disturbi inficiano la tua qualità di vita, la terapia sostitutiva è un opportunità se non hai controindicazioni, se invece non ne vuoi rischiare gli effetti collaterali puoi provare le alternative a nostra disposizione. Una visita può allungare il tuo benessere, e magari, vivere l'altra lunga metà della vita meglio.


Tanti auguri e in bocca al lupo

Dr. Salvatore Di Leo